giovedì 9 giugno · 20.30 – 23.00 – THE CHILD OF A CREEK @ TERRAZZA DEL LEOCAFFE’ – STAZIONE LEOPOLDA – PISA

giovedì 9 giugno · 20.30 – 23.00

 

 

CIRCOLO ARCI CARACOL PRESENTA:

THE CHILD OF A CREEK IN CONCERTO

TERRAZZA DEL LEOCAFFE’ – STAZIONE LEOPOLDA
Piazza Guerrazzi – Pisa

Ingresso al concerto € 3
Concerto + Apericena € 7

GIOVEDI 9 GIUGNO ORE 20.30 – N.B:IL CONCERTO TERMINERA’ ENTRO LE 23

The Child of a Creek è Lorenzo Bracaloni nato in un piccolo paese industriale nel Settembre 1978 e autore di 4 album di respiro internazionale sospesi tra neo-folk, shoegaze, psichedelia e prog.

“Whispering Tales under an Emerald Sun”, l’ultima fatica, è un gioiello brillante e lisergico. Otto splendidi brani shoegaze neo-folk (di cui quattro sono strumentali), equamente rurali e cosmici, con tocchi di Pink Floydiani/ prog Frippiani. Fragile, elettrificato, cinematografico, registrato con con chitarre acustiche, chitarre elettriche, flauto, piano elettrico, organo, sintetizzatori, percussioni e loops.
Viene venduto in una busta in bronzo perlata con un artwork minimalista color smeraldo. (note di A Beard of Snails Records) con chitarre
acustiche, chitarre elettriche, flauto, piano elettrico, organo, sintetizzatori, percussioni e loops.

Accolto benissimo dalla critica, come del resto i suoi predecessori:

Loudvision.it, Aprile 2011, Recensione di Gadis Argaw. VOTO: 8/10. Ancora una volta, Lorenzo Bracaloni – in arte The Child Of A Creek – ci
stupisce con il suo spirito solitario e vagabondo, che fa sempre tutto per conto proprio, senza l’aiuto di secondi. Come in “Find A Shelter Along
The Path” predominano le luci soffuse sugli arpeggi di strumenti orientali ed enigmatici, mentre soffici percussioni attenuano la liricità della voce,
quasi sussurrata. Ed è un sussurro, di fatto, ciò che narra le novelle tessute sotto il sole smeraldo: duellante con una voce che suona femminile in
“The Voyager”, individualista nel resto dei pezzi. Flauto, organo e tastiere, sintetizzatori, loop e chitarre d’ogni genere coronano il quarto lavoro
dell’artista italiano, regalando un pizzico di magia e misticismo dal sapore asiatico. Ancora una volta (sì, ci piace essere ripetitivi) pure la grafica
della cover fa la sua bella figura; merito dei disegni particolareggiati e peculiari, che descrivono al meglio l’animo impetuoso del compositore.
Rispetto all’album precedente, questo testimonia una crescita ed una maggiore maturazione, cosa che verrà sicuramente apprezzata.

Blow Up Magazine #156, Recensione di Gino Dal Soler. VOTO: 8. In attesa del seguito ideale del magnifico “Find A Shelter Along the Path”,
una piccola label danese mette fuori questo “Whispering Tales under an Emerald Sun” la cui registrazione è di fatto antecedente anche se di poco
al succitato capolavoro di The Child of A Creek. Eppure anche se le 8 tracce hanno qui un suono lievemente più sperimentale e meno focalizzato
sulla forma canzone, l‟arte incantatoria di Lorenzo Bracaloni è già tutta dispiegata tra i solchi di questi racconti sussurrati sotto un sole di smeraldo.
Chitarre acustiche ed elettriche, flauto, piano elettrico, organo e sintetizzatori, oltre a loops e percussioni, sono suonati con rara maestria da un
musicista che ad ogni ascolto rivela una scrittura tra le più rare e preziose del neo folk psichedelico (ma con sguardo rivolto anche ad altro), certo
non solo italiano. Pezzi come The Voyager o Shivers, tanto per citarne due tra i miei preferiti, sono indicativi di un percorso che non sarà possibile
confinare soltanto ad una corrente od ad una semplice variante psychfolk, che iscriversi invece dentro l‟estetica delle più in assegnabili musiche
visionarie.

www.myspace.com/thechildofacreek

No comments yet»

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: