CASA DEL MIRTO IN CONCERTO – SABATO 16 APRILE ORE 22

SABATO 16 APRILE ORE 22
CASA DEL MIRTO IN CONCERTO
Circolo Arci Caracol
via Battichiodi 8/10
PISA

Ingresso 5 € Riservato Soci Arci

Casa Del Mirto offusca l’aria tersa delle Alpi trentine saccheggiando la nostalgia dell’alba e del tramonto in ogni canzone di “1979”: a guy in a bedroom che passa con
disinvoltura dai primi due album French house -tuttora scaricabili liberamente da myspace- a “The eternal”, opera del 2010 in linea spaziotemporale con la (chill)wave
drugapulco/hypnagogic pop che ha favorito al produttore italiano una certa visibilità nei circuiti web internazionali. Per ogni brano un clip, la benedizione di Toro Y Moi supportato live a Roma, i precedenti fantasmi dell’America glocal che si interessano a far da (gomma del) ponte al suono universale.Ora la nuova raccolta, sempre edita dalla propria etichetta Mashhh! Records, che ha ottenuto al contempo parecchi attestati di validità in virtù di creazioni univoche sul piano del colore e del formato, sempre attento a ciò che è avvenuto prima: una centrifuga di riverberi, yacht rock, dream pop, dub a temperare la blog music, hauntologia kosmische senza dimenticare la decisiva inclinazione verso temi italo disco pitchati nordic balearic (Fairy tales for moonwalkers, I know). Casa Del Mirto è washed out come Jerry Calà in “Professione Vacanze”, funziona a flusso continuo ma anche nei singoli capitoli: i Beloved da bere di Killer Haze, fruste metronomiche della drum machine (The haste), hit fatti e finiti dalla prima all’ultima nota come The right way, la risacca deserta a settembre di Pain in my hands malinconica e clancyless, da bonus track acustica di Four Tet, Life is a mess in abluzione opalescente Salem. Manifesti incollati a strati l’uno sull’altro negli anni poi décollati e ciò che resta è il mantra Deep in your mind -un Double The captain of her heart in salamoia- alla lettera deep in your mind, deep in your mind…Negli stessi giorni Casa Del Mirto licenzia, prima su iTunes poi in vinile singolarmente considerati, anche “1979 remixed”, frutto
dell’operato di tanti amici prima che preziosi produttori e musicisti, alle prese con le proprie versioni dei brani di partenza: l’indietronica di Populous, le dissonanze a firma Death In Plains, il breakbeat di Nuback scuola Ninja Tune, la easy house secondo Luminodisco e BHo Productions, l’ambient per mano di Brothertiger, l’electro chez RRRocco, l’afro tribale spinta da Nicola Belli, il glo-fi by Betamaxx, la new wave dei Dance For Burgess, i Welcome Back Sailors in botta chillout rallentata e i Death By
Pleasure synth punk, la future disco griffata No Se… per non perdere di vista nemmeno un rifl esso dei differenti clubbing. Casa Del Mirto suona anche dal vivo, puntando sull’agonismo di Mirko Marconi alla chitarra e Gigi Segnana al basso. Un act filologico ma più sporco ed efficace nelle frequenze profonde, al quale gli strumenti analogici conferiscono spessore materiale e una collocazione angolare, mediana fra elettronica e rock. Ideale lo svolgimento di visual d’epoca in concomitanza al concerto.

info@mashhh.com
www.mashhh.com
casadelmirto.bandcamp.com
soundcloud.com/mashhh
http://www.myspace.com/casadelmirto

 

http://www.youtube.com/watch?v=j4ESXC3n-p4&feature=related

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: