giovedì 15 settembre – emeralds / sabato 17 settembre six organs of admittance

giovedì 15 settembre – emeralds

ASSOCIAZIONE STUDENTESCA MICROWAVES E CIRCOLO ARCI CARACOL PRESENTANO:

EMERALDS (US – Editions Mego) LIVE

GIOVEDI 15 SETTEMBRE 2011 ORE 22

CIRCOLO CARACOL
VIA BATTICHIODI 8/10
PISA

INGRESSO GRATUITO PER STUDENTI DELL..’UNIVERSITA..’ DI PISA MUNITI DI LIBRETTO – 10 € PER GLI ALTRI

Per molte riviste e portali internazionali sono gli autori del miglior album del 2010, Gli Emeralds sono un trio di Cleveland, Ohio, formato da John Elliot, Steve Hauschildt and Mark McGuire, che spesso suona accompagnato da immagini autoprodotte.

La loro musica, in parte improvvisata, è basata sul suono di vecchi synth e chitarre elettriche, con il contributo di parti elettroniche, fields recordings e voci utilizzate, il tutto a creare delle dinamiche tra sfondi melodici e strutture ritmiche minimali e ripetitive. Il risultato è quello di un viaggio lisergico che richiama le esplorazioni dei Popol Vuh, Terry Riley, Coil, Ashra…

Riprodurre le meraviglie di un mondo subacqueo in musica. Delineare le oscillazioni, il moto ondoso in graduale aumento, la marea che procede regolare secondo i chiarori lunari. E scorgere nei flussi del mare le piroette dei delfini, le traiettorie disegnate come fossero un quadro e il fosco paesaggio dei fondali. Immergersi, toccare il fondo e risalire a respirare, in un ambiente acquatico che regala tanta analogica dolcezza quanto frizzanti bollicine in ascensione.

Negli andamenti kosmische di ……”Does It Look Like I……’m Here……” gli Emeralds da Cleveland si domandano se sia effettivamente quello il luogo che abitano, un paesaggio sospeso e paradisiaco. Le astrali visioni dell……’elettronica tedesca seventies, il cui gusto aspro qui non viene a mancare, rivivono illuminate a giorno da una ventata sintetica che si riflette in ogni singola nota del miglior lavoro del trio. Nell……’ora di divagazioni si rincorrono nebulose deformi (……”Science Center……”, ……”It……’ Doesn……’t Arrive……”), armoniosi quadretti bucolici per tastiere ondivaghe (……”Candy Shoppe……”, ……”Shade……”) che riflettono i loro raggi su un mare increspato dalla salsedine.

Nessuna nube oscura l……’avanzare notturno di ……”Double Helix……”, sospesa tra Pink Floyd e Tangerine Dream. E fra gli sfarfallii di ……”Goes By……” e i sapori française delle conclusive ……”Now You See Me……” e ……”Access Granated……” si consuma la bordata sonica della title track: sette minuti e mezzo di flutti contro gli scogli. Se dovessimo riassumere questo lavoro uscito per la benemerita Editions Mego, non potremmo che affidarci alla maestosa sinfonia della quinta traccia. Nei dodici minuti di ……”Genetic……” si rincorrono, in un continuo gioco di rimbalzi, un sostrato ambientale celeste sul quale si inserisce una struttura di synth in ascesa che lascia progressivamente il passo a fluidi elettronici in ebolizione.
Un……’ascesa purissima da un mare in fermento. Poi si trapassano le candide nuvole, lì a un passo dal cosmo. http://clevelandwagon.blogspot.com/

giovedì 15 settembre – emeralds
sabato 17 settembre – six organs of admittance
martedi 18 ottobre – mick harvey
sabato 29 ottobre – cesare basile

SIX ORGANS OF ADMITTANCE + “r” sabato 17 settembre 2011

sabato 17 settembre alle ore 22.00 – 18 settembre alle ore 1.00

Luogo
Caracol

Battichiodi 8/10
Pisa, Italy

Creato da

Per CARACOL

Maggiori informazioni
SABATO 17 SETTEMBRE ORE 22

SIX ORGANS OF ADMITTANCE
“r”

LIVE

Ingresso € 10
Six Organs Of Admittance è la creatura di Ben Chasny, senza ombra di dubbio uno dei più talentuosi songwriter della scena da lui stesso definita Nu-Folk. Un’ occasione imperdibile per ascoltare dal vivo (dimensione peraltro particolarmente congeniale all’attitudine di Ben), i brani del recente Asleep on the Foodplain, edito da Drag City e ripercorrere la più che decennale carriera dei SOOA, sospesa in bilico tra folk trasfigurato, fingerpiking ed elettricità inquieta. Innumerevoli i progetti paralleli cui ha partecipato Ben Chasny, dai Current 93 di David Tibet alla collaborazione con Randall Dunn, produttore dei Sunn O))) e impressionante la capacità intatta di coniugare influenze antiche come quelle dei Popol Vuh, di John Fahey o Robbie Basho, senza perdere un briciolo d’ispirazione.

http://www.sixorgans.com/
http://www.myspace.com/six..organs

http://www.youtube.com/wat..ch?v=mtO8SoFpPPg

Altro motivo d’interesse della serata, lo show di “r”, progetto personale di Fabrizio Modenese Palumbo (membro della cult band Larsen), con all’attivo 3 album per la prestigiosa label americana Important Records e collaborazioni illustri con Current 93, Damo Suzuki, Xiu Xiu, Baby Dee, Nurse With Wound e molti altri. L’ultimo lavoro anome “r” è invece Drama Queen, edito dall’etichetta inglese Tin Angel

http://www.myspace.com/fab..riziomodonesepalumbo

About these ads

Ancora nessun commento»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: